Cesare Peverelli. L’avanguardia autocritica

Descrizione

Casa Museo Boschi Di Stefano, con la mostra Cesare Peverelli. L’avanguardia autocritica, presenta al pubblico una selezione di opere di Cesare Peverelli (Milano, 1922 – Parigi, 2000) provenienti dai depositi della Collezione Boschi Di Stefano e dall’Associazione Archivio Peverelli.

La mostra, a cura di Martina Corgnati, vuole sottolineare il lavoro colto, raffinato e profondo dell’artista, trait d’union fra mondi diversi, quali Parigi dove l’artista si trasferisce stabilmente nel 1957, e Milano dove però continua a ritornare ed esporre regolarmente dagli anni Sessanta al Duemila.

La personalità di Cesare Peverelli è documentata, all’interno della Collezione Boschi Di Stefano, da un ricco nucleo di opere, una cinquantina, fra tele e carte, a loro volta testimonianza della viva amicizia e confidenza che negli anni Cinquanta legava la coppia di collezionisti all’artista milanese. È proprio da queste opere che la mostra prende avvio per riconsiderare il lavoro di Peverelli, dopo quasi vent’anni di silenzio.

Alla stagione postcubista, rappresentata da Nudi e soprattutto Paesaggi, segue il momento fortemente sperimentale di adesione allo spazialismo e di ricerca sul segno e il gesto automatico: è la fase dei Polimaterici (1951-54) e di altri Paesaggi e Fiori, griglie tematiche appena riconoscibili per una pittura fra le più originali prodotte in quel momento in Italia. L’ultima fase documentata dalla collezione Boschi è quella degli Insetti, segnata dell’apertura a una figurazione e a una narrativa nutrita di suggestioni letterarie e di interessi compositi “nel clima” del surrealismo. È a queste stagioni che viene dedicata gran parte della mostra attuale, cui si collega però un’appendice costituita de alcune opere dei cicli successivi (fra cui specialmente rappresentativi Nascita del volto, i paesaggi cubani e naturalmente l’ultimo e interminabile, dedicato a Salomè)  presentate in questa rassegna dalle dimensioni inevitabilmente limitate proprio per rendere conto, almeno in sintesi, di una ricerca che non si è interrotta mai e non ha mai abdicato al proprio impegno fino alla fine.

Con questa mostra, però, non si vuole soltanto rendere omaggio a Cesare Peverelli, ma anche riportare la sua attività al centro degli studi. Per questo Casa Boschi e l’Associazione Archivio Peverelli hanno deciso di indire il Premio Cesare Peverelli per due saggi di critica e storia dell'arte sull'opera dell'artista. Il premio è rivolto a giovani studiosi nati dopo il 1° gennaio 1990 ed è suddiviso in due sezioni: la formazione milanese (tra l’Accademia di Brera, le mostre in Gallerie, i Premi e le amicizie artistiche); il periodo francese (dal 1957, prima a Parigi poi a Seillans, fino alla morte nel 2000, tra viaggi, esposizioni e amicizie internazionali). L’assegnazione del Premio avverrà nel 2022, in occasione del centenario della nascita dell’artista.

In abbonamento

Condividi   

Info

Sede
Casa Museo Boschi Di Stefano
Indirizzo
Via Giorgio Jan 15
Comune
Milano
Provincia
MI

Orario

Date
20/05/2021 - 04/07/2021
Orario

martedì-domenica: 10.00-17.30

chiuso il lunedì

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Abbonamento Musei
ingresso libero

Mostre simili