IMPRESSIONISTI. Alle origini della modernità

Descrizione

Dal 29 maggio 2021 al 9 gennaio 2022 il Museo MA*GA di Gallarate (VA) ospita la mostra che presenta 180 opere dei maggiori esponenti dell’Impressionismo, da Bonnard a Pisarro, da Degas a Manet, da Monet a Renoir, da Cézanne a Sisley, a molti altri, provenienti da collezioni private italiane e francesi e da alcune importanti realtà museali italiane come Palazzo Te di Mantova.

La mostra, dal titolo Impressionisti. Alle origini della modernità, è promossa da Fondazione Silvio Zanella – Museo MA*GA e dal Comune di Gallarate; con la collaborazione di RJMA Progetti culturali e Diffusione Italia International Group; con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo; con il sostegno di Ricola, partner istituzionale del Museo e Lamberti spa; con il riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica.

L’itinerario espositivo narra la rivoluzione stilistica messa in atto dal movimento artistico nato in Francia alla fine del XIX secolo, attraverso un percorso che va alle origini dei linguaggi e delle questioni estetiche che caratterizzano la cultura visiva contemporanea. L’itinerario si articola in una serie di sezioni tematiche dedicate ad alcune questioni centrali di questa rivoluzione culturale: la dialettica ‘accademia–realismo’ aperta dagli anticonvenzionali Theodore Géricault, Gustave Courbet, Jean Baptiste Corot e Jean-François Millet, attenti alla verità dei corpi; la rinnovata attenzione alla natura, osservata e vissuta in presa diretta, di Claude Monet, Alfred Sisley, Jean-Baptiste Armand Guillaumin; le prime immagini della vita moderna nelle opere di Édouard Manet e Pierre-Auguste Renoir, fino all’allontanamento dalla lezione impressionista di Paul Gauguin e Pierre Bonnard, verso un linguaggio simbolista. La mostra inoltre attesta ampiamente i legami che esistevano tra gli artisti, anche di generazioni diverse. Una sezione speciale della mostra è dedicata alle arti decorative e agli abiti dell’epoca.

La direzione scientifica della mostra è di Sandrina Bandera, Emma Zanella e Vincenzo Sanfo, con il contributo critico di Rosa Barovier, Paolo Castagnone, Gilles Chazal, Virginia Hill, Fiorella Minervino, G. Fernandez-Prieto. Il catalogo, Nomos Edizioni, a cura di Emma Zanella e Alessandro Castiglioni è arricchito dalle schede scientifiche dedicate agli artisti e alle opere curate da V. Broggini, A. Castiglioni, F. Chiara, L. Giuranna, E. Zanella.

In abbonamento

Condividi   

Info

Indirizzo
via E. De Magri 1
Comune
Gallarate
Provincia
VA
Sito web
Museo

Orario

Date
29/05/2021 - 09/01/2022
Orario

martedì – venerdì 10.00 – 18.00
sabato – domenica 11.00 – 19.00
lunedì chiuso
ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura

Da martedì a venerdì è possibile sia la prenotazione online sul sito TicketOne.it, sia l’acquisto del biglietto direttamente presso la biglietteria del museo.
Sabato e festivi è obbligatoria la prevendita sul sito TicketOne.it oppure presso la biglietteria del museo con almeno 24 ore di anticipo.

La biglietteria del museo sarà aperta al pubblico a partire da martedì 1^ giugno 2021.

Tariffe

Tariffa evento

intero € 10,00 

ridotto € 8,00 

Abbonamento Musei
Gratuito

Mostre simili