Civico Museo Archeologio "Giovanni Rambotti"

Descrizione

Il Civico Museo Archeologico di Desenzano del Garda, intitolato a Giovanni Rambotti, è stato inaugurato nel 1990. L'idea di istituire un museo archeologico dedicato alla preistoria del lago di Garda era già maturata agli inizi degli anni '80 in seguito agli importanti risultati conseguiti con gli scavi condotti da Renato Perini al Lavagnone e alla clamorosa scoperta di un aratro pressoché completo, risalente agli inizi dell'antica età del Bronzo; al recupero di materiali raccolti da appassionati locali nelle numerose palafitte sommerse lungo le rive meridionali del lago: Gabbiano di Manerba, Corno di Sotto, Porto Galeazzi, Lugana Vecchia e Maraschina; all'acquisizione da parte del comune di Desenzano della collezione dell'avv. Mosconi, formata con i materiali scoperti al Lavagnone all'epoca dell'estrazione della torba; alle sistematiche raccolte di superficie effettuate sempre al Lavagnone in occasione delle periodiche arature principalmente da parte di Ettore Merici; all'attività del Gruppo Archeologico di Desenzano (G.A.D.) e del gruppo "La Palafitta", che con assidue prospezioni del territorio di Desenzano e di Lonato, andava rivelando per la prima volta l'esistenza di numerosi siti del Mesolitico sparsi nell'area dell'anfiteatro morenico benacense. Inoltre presso il museo sono conservati i materiali rinvenuti nel corso degli scavi, ancora in corso, dell'Università degli Studi di Milano presso la palafitta del Lavagnone. 

Il museo negli ultimi anni è andato gradualmente trasformandosi, incrementando le collezioni, con particolare riguardo al fenomeno delle palafitte. Lo spazio espositivo si è ampliato con l'introduzione di nuove sale, inaugurate nel 2015.

Il museo di Desenzano per la sua collocazione geografica in un territorio molto ricco di testimonianze dell'età del Bronzo provenienti dagli abitati palafitticoli, ha la funzione precipua di offrire un ampio panorama delle culture preistoriche succedutesi nella regione benacense. L'eccezionalità della zona, forse la più importante d'Europa per quanto concerne le aree umide di interesse archeologico, deriva principalmente dalle caratteristiche dei depositi antropici sommersi a qualche distanza dalla linea di riva del lago o stratificati nelle torbiere dei bacini inframorenici, che grazie alle loro condizioni anaerobiche, consentono di preservare i manufatti in materiale organico e l'aratro del Lavagnone ne è l'esempio più clamoroso.

In abbonamento

Vota il museo

Civico Museo Archeologio "Giovanni Rambotti"
Civico Museo Archeologio "Giovanni Rambotti"
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Condividi   

Info

Stato
Aperto
Indirizzo
Via Anelli, 42
Comune
Desenzano del Garda
Provincia
BS
Telefono
030 9144529

Orario

Orario

Martedì - Mercoledì: 9 - 13; giovedì - venerdì: 15 - 19; sabato, domenica e festivi: 14.30 - 19.

Lunedì: chiuso.

Il Museo è chiuso: 1 Gennaio, 6 Gennaio, Pasqua, 1 Novembre, 8 Dicembre, 25-26 Dicembre.

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Ingresso intero

4 €

Ingresso ridotto

2 €

Accessibilità
Disponibilità disabili
Si
Servizi
Bookshop
Si
Disponibilità audioguide
Si
Audioguide a pagamento
Si
Visite
Disponibilità visite di gruppo
Si
Prenotazione visite di gruppo
Si
Telefono per visite di gruppo

030 9994216 / 030 9994161; e-mail: museo@comune.desenzano.brescia.it.

Eventi

Musei simili

Il ricco patrimonio di arte rupestre della Valle Camonica è stato iscritto nel 1979, quale primo sito italiano, nell...
Leggi di più...
Scoperto nel 1986 e aperto al pubblico nel 2007, il Santuario di Minerva è un parco archeologico eccezionale dove la...
Leggi di più...
La Villa Romana di Desenzano, venuta alla luce nel 1921, è la più importante testimonianza nell'Italia settentrional...
Leggi di più...
Il Museo Archeologico Nazionale della Lomellina è un Istituto di proprietà statale destinato alla pubblica fruizione...
Leggi di più...

Nei dintorni

La Villa Romana di Desenzano, venuta alla luce nel 1921, è la più importante testimonianza nell'Italia settentrional...
Leggi di più...
Questo imponente sito archeologico, oltre a rappresentare la testimonianza più importante tra i ritrovamenti del per...
Leggi di più...
Il Castello Scaligero di Sirmione è una rocca di epoca scaligera, unico punto d'accesso al centro storico di Sirmion...
Leggi di più...