MUSEO BAGATTI VALSECCHI

Le informazioni sono in costante aggiornamento. Per verificare orari e modalità di prenotazione degli ingressi contattare il museo.

Descrizione

Il Museo Bagatti Valsecchi è una casa museo frutto di una straordinaria vicenda collezionista di fine Ottocento, che ha come protagonisti due fratelli: i baroni Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi.

A partire dagli anni ottanta del XIX secolo, i due fratelli si dedicarono alla ristrutturazione della dimora di famiglia situata nel cuore di Milano: un palazzo tra via Gesù e via Santo Spirito, oggi al centro del quadrilatero della moda. Parallelamente, i due fratelli iniziarono a collezionare dipinti e manufatti d’arte applicata quattro-cinquecenteschi con l’intento di allestirli nella loro casa così da creare una dimora ispirata alle abitazioni del Cinquecento lombardo.

Un progetto incredibilmente attuale, anche per il desiderio di fratelli di concentrare nella loro dimora tutto ciò che di avveniristico nel mondo dell’epoca potesse esserci – riscaldamento, acqua corrente e luce elettrica – e farlo incontrare con il massimo della raffinatezza.

Dopo la morte di Fausto e di Giuseppe, casa Bagatti Valsecchi continuò a essere abitata dagli eredi sino al 1974, anno in cui venne costituita la Fondazione Bagatti Valsecchi, alla quale venne donato il patrimonio delle opere d’arte raccolto dai due fratelli. Vent’anni dopo, nel 1994, apriva al pubblico il Museo Bagatti Valsecchi, una delle case museo meglio conservate d’Europa e una delle prime grandi espressioni del design milanese.

Fausto e Giuseppe, la strana coppia

Fausto e Giuseppe si impegnarono in prima persona nel restyling del Palazzo ispirato al Rinascimento: laureati in giurisprudenza, non sfruttarono mai a fini professionali il proprio titolo di studio, ma dedicarono tempo e risorse alla ristrutturazione della dimora di famiglia, alla sua decorazione e alla raccolta delle opere d’arte a essa destinate.

La predilezione per quell’epoca era peraltro in linea con il programma culturale varato dalla monarchia sabauda all’indomani dell’Unità d’Italia; proprio nel Rinascimento si individuava il momento cui guardare per la costruzione di una nuova arte nazionale, ingrediente indispensabile per il consolidamento di quell’identità comune ancora troppo debole.

Le collezioni

Conservate nel rispetto dell’allestimento ottocentesco, le collezioni si dispiegano di stanza in stanza: negli avvolgenti ambienti della casa museo importanti tavole antiche di autori quali Giovanni Bellini, Bernardo Zenale, il Giampietrino trovano la loro collocazione accanto a cofanetti in pastiglia, ad arredi lignei e a manufatti in vetro o in ceramica.

Calendario appuntamenti

In abbonamento

Vota il museo

MUSEO BAGATTI VALSECCHI
MUSEO BAGATTI VALSECCHI
  • Attualmente 4 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 3.9/5 (42 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Info

Indirizzo
Via Gesù, 5
Comune
Milano
Provincia
MI
Telefono
02 76006132

Musei della stessa provincia

ƒ

Fotogallery

Musei simili

Nel cinquecentesco palazzo Affaitati ha sede la Pinacoteca del Museo Civico "Ala Ponzone". Costituitasi nel corso de...
Leggi di più...
Immerso nella splendida cornice naturalistica del Parco RTO (Rile-Tenore-Olona), il Parco Archeologico di Castelsepr...
Leggi di più...
Il Museo, ospitato in quella che fu la Sala del Consiglio della Misericordia Maggiore di Bergamo, venne aperto al pu...
Leggi di più...
Il nucleo originario della sezione scientifica, come per altre sezioni del Sistema Museale della Città di Cremona, è...
Leggi di più...

Nei dintorni

Il Museo Poldi Pezzoli è una casa museo situata nel centro di Milano, inaugurata ufficialmente il 25 aprile 1881.Esp...
Leggi di più...
Le Gallerie d'Italia - Piazza Scala, polo museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Milano, ospitate in un prestigios...
Leggi di più...
Il Leonardo3 Museum rappresenta un’occasione unica di scoperta e approfondimento del multiforme genio leonardesco. A...
Leggi di più...