ORTO BOTANICO G.E. GHIRARDI

Le informazioni sono in costante aggiornamento. Per verificare orari e modalità di prenotazione degli ingressi contattare il museo.

Descrizione

L’Orto nasce nel 1964 come Stazione botanica sperimentale della casa farmaceutica milanese SIMES, per volere del proprietario, G. E. Ghirardi, al fine di coltivare specie officinali, di difficile reperimento, e approfondirne lo studio in campo terapeutico. Alla scomparsa del fondatore nel 1991, l’Orto è stato donato all’Università degli Studi di Milano con la clausola di mantenerne l’indirizzo di studio su piante officinali. La gestione è affidata al DISFARM, sotto la responsabilità scientifica della Prof.ssa G. Fico. L’Orto è partner della Rete degli Orti Botanici della Lombardia ed è riconosciuto Raccolta museale da Regione Lombardia.

L’organizzazione dell’Orto, che si configura come antico oliveto, è invariata dall’epoca del suo impianto: la superficie è pari a 10.000 mq e le specie ospitate, provenienti da tutti i continenti, ammontano a oltre 400.

Le attività svolte rientrano nella mission degli orti botanici declinabile in conservazione, didattica, divulgazione e ricerca.

In abbonamento

Vota il museo

ORTO BOTANICO G.E. GHIRARDI
ORTO BOTANICO G.E. GHIRARDI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Info

Indirizzo
Via Religione 25
Comune
Toscolano Maderno
Provincia
BS
Telefono
0365 641246 | 02 50319353-375
Sito web

Musei della stessa provincia

ƒ

Musei simili

La collocazione del Museo della Civiltà Contadina di Cremona -inaugurato nel 1978- nella cascina il "Cambonino Vecch...
Leggi di più...
Nel cinquecentesco palazzo Affaitati ha sede la Pinacoteca del Museo Civico "Ala Ponzone". Costituitasi nel corso de...
Leggi di più...
Immerso nella splendida cornice naturalistica del Parco RTO (Rile-Tenore-Olona), il Parco Archeologico di Castelsepr...
Leggi di più...
Il Museo, ospitato in quella che fu la Sala del Consiglio della Misericordia Maggiore di Bergamo, venne aperto al pu...
Leggi di più...